HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Archivio 2011

Carrera Cup Italia 2011: Shake Down del Campionato a Imola Apertura della stagione con due giorni di test all'Enzo e Dino Ferrari: nove squadre e ventisei piloti sono scesi in pista per scoprire le caratteristiche della 911 GT3 CUP dotata delle novità che la rendono più veloce di quasi un secondo rispetto al 2010

Imola (BO). La Carrera Cup Italia ha iniziato il suo anno quinto di storia con lo Shake Down che si è svolto a Imola mercoledì 23 e giovedì 24 per preparare una stagione 2011 che si preannuncia molto ricca di contenuti. Nove squadre e ventisei piloti sono scesi in pista per scoprire le novità di un campionato che in Italia è ormai un consolidato punto di riferimento nell'attività a ruote coperte in attesa del debutto previsto proprio sulla pista emiliana il prossimo 30 aprile e 1 maggio.

Il monomarca tricolore riservato alle 911 GT3 CUP quest'anno si articolerà sempre su sette appuntamenti: sei in Italia (ciascuno di due round) e uno in Germania. La sorpresa è che la prova estera si effettuerà nella magica cornice del vecchio Nürburgring, il mitico Nordschleife da quasi 26 km. In occasione della tradizionale 24 Ore, la Porsche organizza un evento da non perdere: la Carrera World Cup, infatti, richiamerà piloti provienti da tutto il mondo per vivere una sfida unica. A Misano, invece, si ripeterà la Night Race.

I piloti che hanno animato lo Shake Down sono rimasti favorevolmente colpiti dal livello di competitività mostrato dalla vettura: le modifiche che sono state introdotte sulla MY 2011 (e riportate senza alcun problema sulle vetture 2010) hanno permesso non solo un sensibile incremento delle prestazioni, ma anche un maggiore piacere di guida nel controllare una potenza di 450 cavalli. Miglior tempo assoluto di Postiglione in 1'46”649 ottenuto mercoledì, mentre oggi il più veloce è stato Alessandro Balzan in 1'46”710.

È giusto evidenziare che la Casa Madre ha scelto proprio il nostro mercato, insieme a quello tedesco per il debutto dell'ultima generazione di 911 GT3 Cup, riconoscendo l'alto livello di professionalità e i contenuti agonistici raggiunti. I rapporti al cambio di 4a e 5a sono più corti, mentre sul fondo posteriore sono state aggiunte delle prese d'aria per i semiassi, ma la novità principale sono le nuove gomme Michelin più larghe (ant. 25/64-18; post. 30/64-18”) che assicurano un comportamento più equilibrato alla vettura.

È giusto evidenziare che la Casa Madre ha scelto proprio il nostro mercato, insieme a quello tedesco per il debutto dell'ultima generazione di 911 GT3 Cup, riconoscendo l'alto livello di professionalità e i contenuti agonistici raggiunti. I rapporti al cambio di 4a e 5a sono più corti, mentre sul fondo posteriore sono state aggiunte delle prese d'aria per i semiassi, ma la novità principale sono le nuove gomme Michelin più larghe (ant. 25/64-18; post. 30/64-18”) che assicurano un comportamento più equilibrato alla vettura.

I volti nuovi dovranno fare i conti con Alessandro Balzan (vincitore degli ultimi due titoli) portacolori confermato dell'Ebimotors, e la coppia di punta di Petricorse Motorsport formata dall'esperto Vito Postiglione e dal giovane Alex Frassineti. Nella lista non possono mancare anche i veterani Massimo Monti (Antonelli Motorsport) e Stefano Comandini (AB Racing).

Confermata anche la presenza straniera con il tedesco Gunther Blieninger (Pole Team) e l'ucraino Alexandr Gayday. Il campionato quest'anno prevede quattro titoli da assegnare: alla classifica assoluta si aggiungono la Michelin Cup, riservata ai gentleman driver, quella Junior (Under 25) e per le squadre.

Il format di gara non è stato rivoluzionato, ma garantisce delle importanti novità: le qualifiche di 45 minuti vedranno tutti i piloti in pista nella PQ1, sessione di 25 minuti. Dopo una sosta di 5 minuti i migliori otto si disputeranno la pole position nella sessione PQ2 di 15 minuti. Le due gare sono previste su una distanza di 28' + un giro. Lo schieramento della seconda gara prevede l'inversione della griglia nei primi sei piloti (nel 2010 erano otto).

Ricchissimo il montepremi fra premi di gara e finali per un totale di circa di 200 mila euro. Un “bottino” che fa crescere l'attesa per la prima gara in programma proprio ad Imola. Eccezionale sarà la copertura televisiva con 2800 minuti di broadcasting già stimati: tutte le corse saranno trasmesse in streaming live dal sito www.carreracupitalia.it. Con una visibilità mondiale, mentre la diretta tv è assicurata su Class News MSNBC (Canale 27 del Digitale Terrestre) e su Class Life (canale 505 Sky) con il commento di Guido Schittone.

3/20/2011