HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Archivio 2010

La 911 GT3 RSR è la vettura da corsa GT di maggiore successo al mondoPorsche Intelligent Performance

Stoccarda. La Porsche 911 GT3 RSR si riconferma la vettura da corsa GT di maggiore successo al mondo. La più veloce 911 da competizione, sviluppata in base alle regole previste per la categoria GT2 e ai fondamenti del principio Porsche Intelligent Performance, ha convinto sulle piste di tutto il mondo per i buoni tempi sul giro, la grande affidabilità e i consumi particolarmente ridotti. Spinta da un potente motore boxer a 6 cilindri con cilindrata da 4,0 litri e potenza di 450 CV, la GT3 RSR ha trionfato nel 2010 nella categoria GT2 alla 24 Ore di Le Mans, vinto i campionati della Le Mans Series e della American Le Mans Series e si è aggiudicata la vittoria assoluta alla 24 Ore di Dubai e alla 24 Ore di Spa, affermandosi, tra gli altri, sulla forte concorrenza di Ferrari, BMW, Aston Martin, Corvette e Jaguar.

La Porsche 911 GT3 RSR, derivata dalla 911 GT3 RS omologata per la circolazione su strada, ha convinto nella stagione 2010, e non soltanto per le vittorie conseguite nel motorsport. Nella American Le Mans Series è stata, nuovamente, la vettura da corsa GT con i migliori risultati in termini di efficienza complessiva per quanto riguarda i tempi sul giro ed i consumi e, per la seconda volta consecutiva, in qualità di vincitrice assoluta, si è guadagnata il riconoscimento di vettura rispettosa dell’ambiente nel Michelin Green X Challenge. Anche alla 24 Ore di Le Mans, la RSR si è aggiudicata la vittoria alla gara Green X Challenge. „E’ il chiaro segnale che, nel motorsport, va data maggiore importanza all’efficienza dell'auto da corsa“, asserisce il Direttore di Porsche Motorsport Hartmut Kristen. „Gli ottimi risultati conseguiti nel Michelin Green X Challenge dimostrano che la Porsche 911 GT3 RSR non solo è una vettura veloce, ma anche dai consumi ridotti.“

Nella sua forma attuale, la Porsche 911 GT3 RSR tipo 997 è stata venduta ai team privati internazionali a partire dal 2007. Un anno dopo l’altro, questo modello top della serie 911 da competizione è stato costantemente sviluppato. L’elaborazione più evidente è quella apportata sulla RSR dell’anno modello 2009: la cilindrata del motore boxer a 6 cilindri posteriore, elevata da 3,8 a 4,0 litri, consente un andamento di coppia più uniforme ai regimi ridotti ed una migliore maneggevolezza. La principale caratteristica distintiva della sempre attuale 911 GT3 RSR è il frontale riconfigurato con ampie prese per il deflusso dell’aria. Sul cofano, colpiscono subito le bocchette dell’aria, le cosiddette Louvers, che testimoniano il completo rinnovamento del sistema di apporto e fuoriuscita dell’aria del radiatore, resosi necessario in previsione dell’installazione dell’impianto di climatizzazione disponibile come optional. L’aerodinamica nella zona inferiore della parte posteriore è stata ulteriormente ottimizzata. L’alettone posteriore offre, ora, maggiori possibilità di regolazione. L’impianto frenante con peso ottimizzato rispetto a quello presente nel modello del 2008 e i cavi della vettura più leggeri contribuiscono a migliorare la dinamica di guida.

Tutto il know-how acquisito con il prototipo sportivo RS Spyder è confluito nel cambio della 911 GT3 RSR. Il cambio sequenziale a sei rapporti, sviluppato dagli ingegneri Porsche, è molto più leggero di quello montato sul modello precedente e produce un attrito sensibilmente inferiore. L’angolo più basso dei semiassi offre un margine più ampio nell’impostazione del telaio.

Le basi per l’attuale successo di questa vettura risalgono alle varianti da competizione della Porsche 911 tipo 996. La 911 GT3 R realizzata per la categoria GT della 24 Ore di Le Mans, già nel 1999 conquistava quasi tutte le vittorie della categoria GT nella American Le Mans Series. Nel 2001 venne sostituita dalla versione modificata 911 GT3 RS. Una vettura che, non solo ottenne la vittoria nella sua categoria, ma si impose anche con prestigiose vittorie assolute. Fu così che alla 24 Ore di Daytona del 2003, i piloti collaudatori Porsche Jörg Bergmeister (Langenfeld) e Timo Bernhard (Dittweiler) assieme al titolare del team Kevin Buckler s’imposero sui prototipi decisamente più potenti. Nello stesso anno, il pilota collaudatore Porsche Marc Lieb (Ludwigsburg) assieme a Romain Dumas (Francia) e a Stéphane Ortelli (Monaco) vinse la 24 Ore di Spa contro vetture GT1 nettamente superiori.

Il modello successivo 911 GT3 RSR (996) ha debuttato nella stagione 2004 con un motore boxer a 6 cilindri da 3,6 litri, una potenza elevata a 455 CV (335 kW) raggiungibili a 8.500 giri/min ed una coppia massima di 410 Nm raggiungibili a 7.200 giri/min. Con la vittoria alla American Le Mans Series (categoria GT), alla Le Mans Endurance Series (GT) e al campionato FIA GT (N-GT), la nuova vettura sportiva da corsa, che si era distinta anche con vittorie di categoria alla 24 Ore di Le Mans, di Spa e al Petit Le Mans, festeggiava un esordio in piena regola.

„Lo sviluppo della 911 GT3 RSR da un anno all’altro è semplicemente impressionante. Basta analizzare i tempi sul giro per sorprendersi poiché, nonostante tutti i limiti imposti continuamente dal regolamento, siamo riusciti a renderla sempre più veloce“, commenta il pilota collaudatore Porsche Jörg Bergmeister che ha festeggiato la gran parte delle vittorie al volante di una RSR. Per questa ragione, il cinque volte vincitore della American Le Mans Series non è affatto preoccupato in vista della stagione 2011: „Al termine di una stagione si pensa sempre di avere raggiunto il limite e di avere perfezionato la vettura. Ma, in Porsche, viene sempre in mente qualcosa di nuovo. Probabilmente nel 2011 non sarà diverso.“

GO

Porsche 911 GT3 RSR (tipo 997) – Maggiori successi

2010
Vittoria alla American Le Mans Series (categoria GT)
Vittoria alla Le Mans Series (categoria GT2)
1. posto alla 24 Ore di Le Mans (categoria GT2)
1. posto alla 24 Ore di Dubai (vittoria assoluta)
1. posto alla 24 Ore di Spa (vittoria assoluta)

2009
Vittoria alla American Le Mans Series (categoria GT2)
Vittoria alla Le Mans Series (categoria GT2)
Vittoria al campionato FIA GT (categoria GT2)
1. posto alla 24 Ore del Nürburgring (vittoria assoluta)

2008
Vittoria alla American Le Mans Series (categoria GT2)
1. posto alla 12 Ore di Sebring (GT2)
1. posto alla 24 Ore del Nürburgring (vittoria assoluta)
1. posto alla 24 Ore di Dubai (vittoria assoluta)

2007
Vittoria al campionato Internazionale GT-Open
1. posto alla 24 Ore di Le Mans del Nürburgring (categoria GT2)
1. posto alla 24 Ore di Spa (categoria GT2)
1. posto al Petit Le Mans (categoria GT2)
1. posto al Mil Milhas Sao Paulo (categoria GT2)

Porsche 911 GT3 RSR - Dati tecnici (Stagione 2010)

Motore: Motore boxer a 6 cilindri raffreddato a liquido; Tecnica a quattro valvole per cilindro; Cilindrata 3.996 cm³; Corsa 80,4 mm; Alesaggio 102,7 mm; 331 kW (450 CV) a 7.800 giri/min; Coppia massima 430 Nm a 7.250 giri/min; Regime massimo 9.400 giri/min; Lubrificazione a carter secco; Impianto con valvola a farfalla singola; Iniezione carburante; Limitatore flusso d’aria 2 x 28,6 mm.

Trasmissione: Cambio a sei rapporti con ingranaggi ad innesto sequenziale; Scambiatore di calore olio/acqua; Volano a massa singola; Disinnesto idraulico centrale; Frizione a triplo disco in fibra di carbonio; Trazione posteriore; Differenziale autobloccante 45/65 %.

Carrozzeria: Carrozzeria autoportante (derivata dalla 911 GT3 RS) in acciaio zincato a fuoco; Rivestimento frontale con spoiler ad efficienza aerodinamica ottimizzata; Sottoscocca nel frontale ad efficienza aerodinamica ottimizzata; Alettone posteriore regolabile; Serbatoio carburante di sicurezza da 90 litri con sistema di rifornimento veloce; Sistema di sollevamento pneumatico; Gabbia di sicurezza saldata; Sedile da competizione (solo lato pilota) con rivestimento altamente ignifugo; Cintura di sicurezza a sei punti adatta per l’uso del sistema HANS (Head And Neck Support); Impianto di estinzione elettrico.

Telaio: Asse anteriore: Sospensione di tipo McPherson con gruppo molla-ammortizzatore; Ammortizzatori regolabili a quattro vie Sachs; Due molle elicoidali (molla principale e supplementare); Braccio dell’asse anteriore con regolazione dell’inclinazione; Barre antirollio entrambe regolabili; Servosterzo; Asse posteriore: Asse posteriore a bracci multipli con braccio rigido sospeso; Ammortizzatori regolabili a quattro vie Sachs; Due molle elicoidali (molla principale e supplementare); Tirante dell’asse posteriore di rinforzo a regolazione continua; Barre antirollio entrambe regolabili; Telaio a regolazione continua (altezza, inclinazione, carreggiata).

Impianto frenante: Impianto frenante con ripartitore a bilanciere. Asse anteriore: Pinze fisse monoblocco in alluminio a 6 pistoncini; Dischi freno autoventilanti con diametro di 380 mm; Pastiglie da competizione. Asse posteriore: Pinze fisse monoblocco in alluminio a 4 pistoncini; Dischi freno autoventilanti con diametro di 355 mm; Pastiglie da competizione.

Cerchi: Asse anteriore: Cerchi BBS a tre elementi in lega leggera (11J x 18 ET 34) con serraggio centrale; Asse posteriore: Cerchi BBS a tre elementi in lega leggera (13J x 18 ET 12,5) con serraggio centrale.

Impianto elettrico: Display Motec con registrazione dati integrata; Display multifunzione con visualizzazione integrata dei punti di cambiata; Traction Control (TC) regolabile; Batteria 12 Volt, 50 Ah; Generatore 140 A.

Peso: Circa 1.220 kg secondo Regolamento A.C.O., 1.245 kg secondo Regolamento FIA.

Nota: il materiale fotografico della Porsche 911 GT3 RSR è a disposizione dei giornalisti accreditati presso la banca dati Porsche all’indirizzo internet http://presse.porsche.de/.

10/14/2010