HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Archivio 2008

Porsche realizza nuovi record di vendita, produzione e fatturato

Stoccarda. Porsche Automobil Holding SE, Stuttgart, ha nuovamente conseguito valori record nell’esercizio 2007/08 (al 31 luglio), nonostante la generale situazione di stallo dei mercati. Come annunciato mercoledì scorso, da un primo esame dell’esercizio appena chiuso, le cifre preliminari indicano che le vendite della controllata al 100% Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG sono aumentate dell’1.2 per cento, ottenendo 98.652 vetture vendute. Il fatturato è cresciuto dell’1.3 percento, raggiungendo 7.46 miliardi di Euro.

La molla principale della crescita di Porsche è stata la serie Cayenne. Con un aumento del 34 percento (cifra provvisoria 45.478 vetture), le vendite della vettura sportiva all-terrain hanno toccato nuovi record. La nuova Cayenne GTS, dal carattere particolarmente sportivo, lanciata sul mercato mondiale nel febbraio 2008, ha ottenuto una risposta nettamente positiva, contribuendo a questo successo con 6.942 vetture vendute. La serie 911, con circa 31.423 vetture vendute, registra il 16 percento al di sotto delle cifre significative dello scorso anno. Tuttavia, considerando il restyling della 911 Carrera nella seconda metà dell’esercizio 2007/08, queste cifre di vendita rappresentano un considerevole successo. La serie Boxster, che comprende anche la Cayman, ha raggiunto 2.747 unità vendute, vale a dire il 16,8 percento in meno rispetto al precedente anno fiscale.

Espansione in nuovi mercati

Si registrano variazioni regionali nell’aumento delle vendite tra i vari mercati: il trend di crescita continua stabilmente nei nuovi mercati di Cina e Medio Oriente. Sempre secondo le cifre preliminari, Porsche è riuscita ad aumentare le vendite del 6 percento (52.595 vetture vendute) al di fuori dei tradizionali mercati di Germania e Nord America. In Nord America lo sviluppo è stato molto soddisfacente e si prevede di raggiungere la vendita di 32.533 vetture, vale a dire solo una diminuzione del 3.1 percento. Porsche si è preparata con molto anticipo ad affrontare una possibile crisi economica negli USA, operando una sostanziale riduzione dello stock conservato nel Paese. Sul mercato tedesco, Porsche ha avuto una leggera flessione del 5.5 percento (13.524 vetture vendute).

La fabbrica di Lipsia a pieno regime

Le cifre preliminari mostrano una produzione complessiva di 105.162 vetture, il 3.3 percento in più rispetto al precedente anno fiscale. La fabbrica di Lipsia ha lavorato al limite delle proprie capacità. Con la produzione della Cayenne, che ha raggiunto le 48.497 unità, e con un aumento del 34,1 percento rispetto al precedente anno fiscale, dalla linea di montaggio è uscito un numero di vetture mai raggiunto prima. Per quanto riguarda la 911, a Stoccarda-Zuffenhausen sono state costruite 34.303 unità, una diminuzione del dodici percento. La produzione delle serie Boxster ha totalizzato 22.356 unità (meno 16,3 percento).

Nuovi posti di lavoro

Il perdurante successo di Porsche ha permesso anche la creazione di nuovi posti di lavoro. Il numero di dipendenti del gruppo è salito del 5,4 percento (12.202). Nuove opportunità sono nate principalmente nei settori di ricerca e sviluppo e delle vendite, sia nella fabbrica di Lipsia sia nelle due controllate Porsche Consulting, e nella società di gestione e consulenza informatica Mieschke Hofmann und Partner (MHP). A Lipsia fervono i preparativi per l’avvio della produzione in serie della Gran Turismo Panamera. Nella fabbrica, la produzione della quarta serie Porsche porterà 600 nuovi posti di lavoro.

La nuova 911 Carrera piace ai clienti

Nel corrente esercizio 2008/09 la Porsche Automobil Holding SE vede confermate le previsioni positive rispetto alla richiesta dei nuovi modelli 911 Carrera con iniezione diretta (DFI) e cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK). Il 25 settembre 2008 la 911 Carrera è stata lanciata anche sull’importante mercato americano. Il 25 ottobre saranno lanciati i nuovi modelli 911 Targa, l’ultima novità della famiglia 911 caratterizzata dai consumi ridotti. Da settembre sono disponibili anche le due nuove vetture sportive a motore centrale, la Boxster S Porsche Design Edition 2 e la Cayman S Sport. Grazie ad una potenza di 223 kW (303 CV), erogati dal motore da 3.4 litri, entrambi i nuovi modelli speciali vantano otto CV in più delle rispettive versioni S ed un allestimento esclusivo.

E’ comunque difficile, nella presente situazione economica, fare previsioni affidabili sulla tendenza complessiva nel corrente anno fiscale. Porsche osserva con molta attenzione gli sviluppi dei mercati globali e continuerà a restare fedele alla propria strategia di produrre una vettura in meno piuttosto che una in più. Tenendo conto della propria produttività variabile, Porsche è estremamente flessibile e in grado di adattarsi alle mutevoli esigenze del mercato.

La società prevede una prossima esplosione della crescita nel nuovo anno fiscale 2009/10 in cui è previsto il lancio della Panamera. Con questa Gran Turismo a quattro porte e quattro posti, Porsche non solo prenderà parte all’espansione del mercato delle vetture di lusso nei grandi mercati futuri di Cina, subcontinente indiano e Russia, ma provocherà una reazione significativa anche nelle tradizionali aree di vendita in Europa, Nord America e Giappone.

10/1/2008