Menu
Modelli
Menu
Porsche - Blume: "La capacità produttiva aumenterà."

Blume: "La capacità produttiva aumenterà."

Signor Blume, come risponde ai fan di Porsche che vedono una strada errata nella mobilità elettrica?
Oliver Blume: Con la sua efficienza elevata e i valori sorprendenti in fatto di performance, l'elettromobilità è perfetta per Porsche. E mi riferiscono alle nostre esperienze positive con gli ibridi plug-in: Porsche è stata il primo produttore a offrirli contemporaneamente in tre segmenti di alta gamma. Per quanto riguarda la Panamera, oltre il 60% dei clienti in Europa ha già scelto un ibrido plug-in.

È sorpreso da questa domanda elevata?
Blume: Per nulla. Abbiamo progettato le versioni ibride plug-in come vetture dalla performance elevata. Per quanto concerne la Panamera, persino come il modello di punta della serie. Pertanto, i nostri ibridi plug-in sono tutt'altro che una rinuncia.

I valori limite di CO₂sempre più severi e l'Accordo di Parigi in materia di tutela del clima hanno influito sulla decisione di rendere Porsche un marchio di vetture elettriche?
Blume: Porsche è, e continuerà a essere, innanzitutto un marchio di vetture sportive, con motori a benzina e trazione elettrica. E abbracciamo gli obiettivi per la tutela del clima di Parigi, senza se e senza ma. In definitiva, in qualità di produttori di auto, abbiamo chiaramente la responsabilità di ridurre le emissioni di CO₂ nel traffico. Benché la nostra quota di mercato in qualità di produttore di alta gamma sia assai ridotta, non sta a me e ai miei colleghi del Consiglio di Amministrazione additare gli altri. Piuttosto, concepiamo l'influenza del nostro marchio come una responsabilità: quella di procedere dando il buon esempio.

[+]

Oliver Blume durante la presentazione della Mission E Cross Turismo a Ginevra nel 2018

Di fronte a questo scenario, secondo lei non esiste altra soluzione al di fuori dell'elettromobilità?
Blume: Affinché le vetture possano viaggiare senza emettere CO₂ nell'atmosfera locale, abbiamo tre possibilità in qualità di produttori: l'elettromobilità, l'idrogeno e i carburanti sintetici. Nell'analisi well-to-wheel, che prende in considerazione il bilancio energetico complessivo dalla produzione del carburante alla propulsione della vettura, la mobilità elettrica risulta tre volte superiore all'idrogeno e sei volte superiore ai carburanti sintetici. Con il continuo sviluppo delle batterie, questo vantaggio diverrà ancora maggiore. Per un produttore di vetture sportive come Porsche, si tratta di argomentazioni convincenti, a prescindere dai dati sorprendenti relativi alla performance che è possibile ottenere mediante la trazione elettrica.

L'UE ha stabilito valori limite di CO₂ancora più severi sino al 2030, termine entro il quale si prevede una riduzione del 35%. Fa parte di coloro che ritengono che questo obiettivo sia eccessivamente ambizioso?
Blume: Ritengo che questi valori siano estremamente ambiziosi. Eppure, dobbiamo farcela se vogliamo realizzare gli obiettivi climatici. Questo è chiaro. Tuttavia, auspico che gli attori del dibattito politico mettano in campo maggiori competenze e non perdano di vista la realizzabilità degli obiettivi definiti. Per noi, in qualità di produttore esclusivo attivo esclusivamente in pochi segmenti di alta gamma, sono ottimista e ritengo che sia possibile raggiungere e addirittura superare i valori limite entro il 2030. Porsche sostiene questi obiettivi ambiziosi. Nel segmento del volume, tuttavia, sono necessari sforzi assai maggiori per introdurre sul mercato in poco tempo soluzioni appetibili e sostenibili, convincendo quindi i clienti in materia di mobilità elettrica.

[+]

La concept car Mission E durante la presentazione presso l'IAA del 2015

Ha guidato la nuova Taycan proprio ad Arjeplog in condizioni di freddo. L'auto soddisfa già le aspettative, ossia è già un'autentica Porsche?
Blume: Assolutamente! Lo confermano persino i miei "colleghi di telaio", che non è per nulla semplice soddisfare e che, con il loro atteggiamento critico, hanno consentito a Porsche di raggiungere la posizione che occupa oggi: sono scesi dalla Taycan con gli occhi che brillavano e con un grosso ghigno.

Anche i suoi occhi brillavano?
Blume: E come brillavano! Sono assolutamente entusiasta di questa vettura. La sensazione alla guida è fantastica.

Comprende che per molti clienti Porsche la strada dell'elettromobilità possa rappresentare uno shock culturale?
Blume: Ne siamo consapevoli. Tuttavia, posso tranquillizzarli. Anche in una Porsche con trazione puramente elettrica, potranno ritrovare tutto ciò che si aspettano dal nostro marchio: una dinamica di guida estremamente sportiva, valori di performance eccezionali e, non da ultimo, grandi emozioni. Sono fermamente convinto che più il prodotto sarà appetibile, tanto più rapidamente l'elettromobilità sarà accettata. Tuttavia, per continuare a offrire a ciascun cliente ciò che si aspetta dal nostro marchio, abbiamo selezionato tre modalità di trazione per il futuro: motori a benzina ulteriormente ottimizzati, ibridi plug-in avanzati e mobilità puramente elettrica.

[+]

Blume: "Sono assolutamente entusiasta di questa vettura"

Come le sembra il primo feedback sulla Taycan?
Blume: Eccellente. Siamo sopraffatti dalla domanda di cui è oggetto questa vettura che, sinora, i clienti non hanno nemmeno mai visto. Ciò dimostra la grande fiducia di cui i nostri clienti ci fanno dono. In Norvegia, ci sono già 3.000 prenotazioni per la Taycan.

Può sbilanciarsi sull'esatta risonanza a livello globale?
Blume: Non è ancora possibile prenotare la Taycan. Tuttavia è possibile manifestare il proprio interesse all'acquisto nell'ambito di un programma di deposito. In tutto il mondo, hanno già aderito 20.000 clienti. Le nostre aspettative sono state chiaramente superate. Normalmente, la corsa ha inizio quando sono disponibili i primi rapporti di guida, in seguito alla presentazione della vettura e alla possibilità di sedersi al suo interno.

Quali sono le implicazioni di questa domanda elevata per i tempi di consegna? Infatti, sinora, avevate pianificato solo 20.000 unità all'anno.
Blume: In virtù della domanda elevata, incrementeremo la nostra capacità produttiva. Qualora siano necessari tempi d'attesa, il cliente godrà della possibilità di avvicinarsi alla Taycan. Ad esempio, in attesa di ricevere una Taycan, potremmo mettere provvisoriamente a disposizione una Panamera ibrida plug-in. Tuttavia, per il momento attendiamo innanzitutto l'avvio della produzione prima di pensare ai tempi di consegna reali.

Non offrirete alcuna vettura preconfigurata per ridurre i tempi di consegna?
Blume: No, non produrremo alcuna vettura "confezionata". Ciascun cliente riceverà proprio la vettura che desidera.

[+]

Uno sguardo alla produzione 4.0 di Porsche per la Taycan

Può svelare in quale fascia di prezzo si collocherà la Taycan?
Blume: Offriremo la Taycan con due dimensioni della batteria, a partire dal pacchetto più grande. Inoltre, analogamente alle nostre vetture con motore a combustione, anche la Taycan offrirà numerosi extra allettanti.

Quante vetture elettriche di Porsche saranno progettate entro il 2025 oltre alla Taycan e alla Macan, che sono già state approvate?
Blume: Con la Cross Turismo, all'inizio del prossimo decennio, entrerà in serie il primo derivato della Taycan. E, come ha già detto, la nuova generazione della Macan sarà dotata di trazione puramente elettrica. Oltre a ciò, non è ancora stata approvata alcuna ulteriore decisione. Tuttavia, emerge chiaramente che abbiamo già molte buone idee per plasmare la mobilità del futuro: sportiva, sostenibile e tipicamente Porsche.

Testo comparso per la prima volta su "autogazette.de".