Più evoluta

Da icona a iconica: la storia della 718

Per loro stessa natura, i numeri assegnati in ordine cronologico non sono particolarmente attraenti. Nonostante oggi la denominazione 718 possa essere iconica, in origine era poco più di un insieme di tre cifre scarabocchiate sull'archivio di un'officina da qualche parte a Stoccarda.

L'inizio

A ogni nuovo design progettato da Dr. Ing. h.c. F. Porsche GmbH veniva attribuito un codice. Nel 1948, il 356 fu assegnato alla prima automobile realizzata sotto il nome ufficiale di Porsche. La numero 550, la leggendaria Spyder, fu presentata nel 1953. Quattro anni più tardi giunse la 718: il suo nome non fu scelto da un genio del marketing o da un gruppo di discussione, ma derivò da una semplice designazione consecutiva. Dalle sue origini forse poco romantiche, il nome di questa piccola vettura sarebbe ben presto comparso a caratteri di grandi dimensioni sul circuito e, infine, sulle strade.

gts_design_more-evolved_nuerburgring-1957-718-RSK

Nell'inverno del 1956, iniziarono i lavori sulla 718 RSK per prepararla alla stagione di gara del 1957. Si trattava di uno sviluppo della 550A Spyder, dotata di un telaio tubolare leggero, freni più forti e una sospensione anteriore aggiornata.

Con un peso di circa 530 kg, la 718 possedeva (e possiede tuttora) un layout con motore centrale, che le conferiva un equilibrio perfetto da un'estremità all'altra.

Pronta ad abbattersi sugli avversari

Tuttavia, nel 1957, il debutto pubblico della 718 alla gara di 24 ore di Le Mans fu tutt'altro che positivo: la vettura si schiantò al 129° giro. Dopo un ulteriore sviluppo, il 1958 si rivelò la linea di partenza del primato dell'iconica 718 sul circuito. La prima grande vittoria giunse alla gara di 12 ore di Sebring nel marzo del 1958, in occasione della quale il terzo posto regalò a Porsche una rassicurante vittoria della classe 2.0 litri. In seguito, giunse la vittoria totale alla Targa Florio del 1959, quando una 718 RSK conquistò una quadruplice vittoria per Porsche.

Effectively efficient

L'efficacia dell'efficienza

Nel 1960, giunse sulla scena una nuova 718, soprannominata RS 60, dotata di scocca rimodellata e motori che sfruttavano al massimo un albero a gomiti più forti. Anche questa versione rielaborata conquistò vittorie alla gara di 12 ore di Sebring, alla Targa Florio e in molte altre occasioni. Insieme, la 718 RSK e la RS 60 si aggiudicarono oltre 1.000 gare, accumulando vittorie nelle categorie riservate alle cilindrate più piccole e vittorie totali. Con il suo primato nel motorsport dei tardi anni Cinquanta e dei primi anni Sessanta, la 718 si rivelò una vettura determinante per Porsche. Mise in evidenza l'importanza dell'efficienza e della precisione, mostrando come le auto da corsa con motore piatto a quattro cilindri dell'azienda fossero in grado di restare al passo con quelle più potenti dei concorrenti.

Una (breve) pausa

Conosciuta come una sorta di 'ammazzagiganti' sul circuito, la 718 fu forse un po’ troppo trascurata dopo il suo periodo d'oro. Intrappolata tra la leggendaria 550 e la 911, l'eredità della 718 fu relegata, almeno per un periodo, ai circoli degli appassionati di Porsche e ai fanatici del motorsport vintage. Ma si sa che un campione difficilmente può essere tenuto a freno per molto, e così, nel 2016, Porsche ha riportato in auge lo storico nome della 718 per una nuova generazione di appassioanti guidatori.

Un classico moderno

La 718 Boxster GTS 4.0 e la 718 Cayman GTS 4.0 prendono spunto dai loro predecessori di metà secolo, presentandosi come vetture sportive a due porte altamente efficienti. Sono compatte e agili, adatte a curve più veloci, sulla linea del modello che si migliora da oltre 60 anni.

Se la 718 aveva iniziato in modo umile, ora ha decisamente compensato tutto. L'efficienza, la compattezza, la performance e la praticità di questa vettura sembrano perfette per il XXI secolo, proprio come negli anni Cinquanta e Sessanta. Le nuove 718 Boxster GTS 4.0 e 718 Cayman GTS 4.0 sono già divenute iconiche senza alcuna difficoltà, incarnando lo spirito del motorsport di metà secolo con ancora più grazia e potenza.

Storie correlate

Più potenza

L'evoluzione della 718 GTS: da patrimonio delle gare su circuito ad auto da prestazioni su strada.

Leggi la storia

Più curve

Vivi i panorami straordinari e le curve esilaranti della E65 in Croazia.

Leggi la storia

Esplora i modelli

718 Boxster GTS 4.0

Potenzia la tua guida. Ancora di più. Scopri la nuova 718 Boxster GTS 4.0.

Maggiori informazioni

Esplora i modelli

718 Cayman GTS 4.0

Potenzia la tua guida. Ancora di più. Scopri la nuova 718 Cayman GTS 4.0.

Maggiori informazioni