PIÙ STILE

Colour me GTS: un viaggio nel design

Dalla 911 e dalla 718 ai modelli Panamera, Macan o Cayenne, un occhio esperto è in grado di distinguere un modello GTS ovunque: sulla vetta di una montagna, su una ventosa strada di campagna o parcheggiata nel caos di una metropoli. Per chi ama i dettagli, gli elementi di design che fanno di una vettura una GTS sono parte integrante di ciò che rende questo distintivo così speciale.

718 Cayman GTS 4.0

L’origine del GTS

Potenza, affidabilità e velocità sono da sempre i tratti distintivi di vetture sportive. Tuttavia, la vera natura delle competizioni sportive implicava che il desiderio di conquistare il podio lasciava il comfort del guidatore e il design della vettura al secondo e al terzo posto.

Durante gli anni '60, tuttavia, le gare di lunga distanza che si tenevano su alcune delle più impervie strade pubbliche acquisirono popolarità. La Porsche Carrera GTS (o la Porsche 904) ne fu la risposta: una vettura sportiva che poteva accelerare da 0 a 100 in sei secondi, con un'eccellente aderenza alla strada e tuttavia gradevole alla vista. Più che una soluzione, una rivoluzione di design.

904

Sviluppata per il guidatore

Da allora, la sigla GTS diventò immediatamente sinonimo di ulteriore comfort seppur inserita all’interno di una vettura sportiva, per poi divenire simbolo di un’esperienza di guida all’insegna della sportività e dell’elevato comfort. La GTS sarebbe quindi diventata un’estensione del guidatore, di ulteriore comfort in una vettura sportiva passionale, per diventare infine l'etichetta di un'esperienza di guida più sportiva con un elevato grado di comfort e design. Offrendo ancora più di quelle opzioni che gli appassionati apprezzano sia nel sedile guidatore che nel resto della vettura: sospensioni sportive che garantiscono un assetto ribassato, segno distintivo del suo DNA da competizione, i paraurti anteriori ripresi dai modelli Turbo e la cura dedicata ad ogni minimo dettaglio, dalle cuciture dei sedili alle pinze del freno.

Macan GTS
Macan GTS

Rosso GTS

Il primo aspetto che salta agli occhi di una GTS è la vistosa tonalità di rosso carminio, scelto dal team di design di Zuffenhausen volto esaltare la scritta GTS. Impiegato da sempre solo su una GTS, si trova sul contagiri, sulla cucitura dei poggiatesta dei sedili sportivi (completati con l'ormai iconica scritta GTS) oppure nascosto dietro i cerchi Spyder in nero satinato, su ogni pinza freno: un omaggio alla curiosità di ogni appassionato alla guida.

Un tocco di nero opaco

Ma il rosso carminio è sempre accompagnato da un tocco di nero opaco. È nero, infatti, l'elemento di definizione che attraversa tutto il concept di design GTS. Storicamente riconosciuto come il colore dell'autorità e della forza, il nero opaco definisce le scritte Porsche, la griglia del radiatore e i cerchi, delinea i fari principali Bi-Xenon e i doppi terminali di scarico dell'impianto di scarico sportivo.

Anche gli esterni contano

Questi colori a contrasto, combinati con la carrozzeria più sportiva, sono ciò che definiscono l'identità della GTS nel mondo Porsche e restano il modo più semplice per distinguere il guidatore esperto. Un rosso accattivante, sinonimo di passione e avventura, unito allo spirito ribelle e sofisticato del nero opaco. Insieme, offrono un'anteprima della storia di un design sportivo senza compromessi, sviluppato pensando sempre al guidatore.

A volte non contano solo gli interni.

718 Cayman GTS 4.0

Storie correlate

Più sorpresa

Scopri dove può portarti un viaggio stimolante sulla Cayenne GTS.

Leggi la storia

Più relax

Esplora le strade e i panorami spettacolari di questo Paese da non perdere

Leggi la storia

Esplora i modelli

Macan GTS

La tua passione, all’ennesima potenza. Scopri la nuova Macan GTS.

Maggiori informazioni

Esplora i modelli

718 Cayman GTS 4.0

Potenzia la tua guida. Ancora di più. Scopri la nuova 718 Cayman GTS 4.0.

Maggiori informazioni

Esplora i modelli

718 Boxster GTS 4.0

Potenzia la tua guida. Ancora di più. Scopri la nuova 718 Boxster GTS 4.0.

Maggiori informazioni