Menu
Modelli Porsche
Menu

Informazioni importanti sui modelli Porsche a trazione completamente elettrica

1. Autonomia

Le autonomie calcolate in base al ciclo di guida standardizzato WLTP consentono un confronto tra diversi costruttori. Tali valori includono anche l’autonomia ottenuta grazie al recupero energia (energia generata in fase di frenata). L’autonomia di lunga distanza ulteriormente indicata rappresenta un valore orientativo per distanze maggiori. In questo caso viene stabilito un ciclo di guida parziale WLPT tipico della marcia su lunghe distanze, che prende in considerazione anche le utenze secondarie (ad es. l’impianto di condizionamento). L’autonomia effettiva può essere ridotta da vari fattori, quali lo stile di guida, la situazione del traffico, la topografia, la velocità, l’utilizzo di utenze comfort/secondarie (ad es. climatizzatore, infotainment, ecc.), la temperatura esterna, il numero di passeggeri, il carico e la modalità di guida (ad es. Sport).

2. Batteria

Le batterie agli ioni di litio sono soggette a un naturale processo fisico e chimico di invecchiamento e usura. A seconda del tipo di utilizzo e delle condizioni ambientali, la capacità della batteria si riduce nel corso del tempo; all’aumentare dell’età della batteria, ciò comporta una riduzione dell’autonomia e un prolungamento dei tempi di ricarica. A causa dell’effetto della temperatura sul rendimento della batteria e sull’efficienza della ricarica, nonché sulla durata della batteria stessa, durante i parcheggi, la marcia e la ricarica, si deve perciò tenere presente quanto segue:

Se possibile, evitare l’esposizione prolungata a temperature ambientali superiori a 30°C, ad es. lasciando a lungo la vettura parcheggiata sotto l’esposizione ai raggi solari.

Laddove ciò sia inevitabile, dopo l’impiego collegare la vettura alla rete elettrica e caricare la batteria ad alta tensione con corrente alternata (CA) fino a raggiungere uno stato di carica massimo dell’85 %.

In caso di prolungati tempi di arresto superiori a 2 settimane, se possibile mantenere la vettura ad una temperatura ambiente compresa tra 0°C e 20°C e assicurarsi che durante il periodo di arresto il livello di carica sia mantenuto tra il 20 e il 50 %.
Per garantire un tempo di ricarica più breve possibile, la batteria deve presentare una temperatura ottimale compresa tra 30°C e 35°C.


Per le ricariche quotidiane della vettura, lo stato di carica massimo della batteria ad alta tensione dovrebbe essere pari all’80 %.

3. Carica

Le potenze e i tempi di ricarica indicati dipendono da vari fattori. In generale, possono infatti subire l’influenza di fattori quali, ad es., la potenza disponibile dell’infrastruttura energetica specifica del paese, l’impianto domestico del cliente, la temperatura, il precondizionamento dell’abitacolo, lo stato di carica ed età della batteria, soggetta a limiti fisici e chimici. Pertanto i tempi di ricarica possono differire dai valori indicati. Prerequisiti per ottenere il valore massimo del tempo di carica CC (CC = corrente continua) indicato, per aumentare lo stato di ricarica dal 5 all’80 %, sono la disponibilità di una colonnina di ricarica rapida CCS (Combined Charging System) da >270 kW e >850 V e una temperatura batteria compresa tra 30°C e 35°C. Lo stato di carica all’inizio del processo di ricarica non deve superare il 5 %. La determinazione dei tempi di ricarica indicati per un’autonomia di 100 km si basa sugli stessi parametri sopra menzionati. Per motivi fisici e chimici, la velocità di ricarica diminuisce man mano che la batteria si avvicina al completamento della ricarica. Pertanto è opportuno, in caso di ricarica rapida CC, caricare la batteria fino all’80 % o fino a raggiungere l’autonomia corrispondente. L’utilizzo predominante delle colonnine di ricarica rapida CCS, nel lungo termine porta a un prolungamento dei tempi di ricarica. Per ricariche rapide CC regolari si consiglia una potenza di ricarica massima di 50 kW. Per il processo di ricarica in ambienti domestici, si consiglia la ricarica CA (CA = corrente alternata). Impiegando una presa industriale (CA), si ottengono un’efficienza più elevata e tempi di carica notevolmente più ridotti rispetto alla carica con presa domestica.

4. Forza motrice

In generale, nelle vetture elettriche a batteria, la forza motrice disponibile dipende da vari fattori, come la durata della richiesta di potenza, la tensione e la temperatura della batteria. La potenza specificata è disponibile per almeno 10 s, la potenza overboost indicata, in combinazione con il Launch Control di serie, è disponibile per almeno 2,5 s. Una guida particolarmente sportiva o la ricarica presso una stazione di ricarica rapida possono comportare un aumento della temperatura della batteria e quindi una forza motrice temporaneamente inferiore. A causa di limitazioni di natura fisica, sebbene la potenza massima richiesta per raggiungere i valori di accelerazione specificati possa essere richiamata numerose volte, si devono mantenere intervalli sufficientemente distanziati.