HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Impianto frenante Boxster S

Porsche - Impianto frenante
Impianto frenante di serie nella Boxster; Impianto frenante di serie nella Boxster S

Impianto frenante

Consumi/Emissioni* Boxster modelli: Ciclo urbano l/100 km 12,7-10,9; Ciclo extraurbano l/100 km 7,1-6,2; Ciclo combinato l/100 km 9,0-7,9; Emissioni di CO2 g/km 211-183.

Anche gli straordinari valori di accelerazione sono un indice di performance. Ci riferiamo in particolare all’accelerazione positiva e negativa. Per questo, Porsche stabilisce tradizionalmente standard anche in tema di decelerazione e stabilità: la massima potenza frenante supera ampiamente la potenza del motore.

Nei modelli Boxster sono impiegate pinze fisse monoblocco in alluminio a 4 pistoncini. Una struttura caratterizzata da un’elevata rigidità e peso ridotto. Per una risposta dei freni particolarmente rapida ed equilibrata. Anche in caso di uso prolungato. Il sistema di ventilazione dei freni, con appositi spoilerini all’asse anteriore e posteriore, ottimizza ulteriormente il raffreddamento dell’impianto frenante.

Anche i dischi freno autoventilanti sono funzionali all’energia inarrestabile dei modelli Boxster: nella Boxster S e Boxster GTS il diametro anteriore è di 330 mm, ovvero 15 mm in più rispetto ai dischi della Boxster. Il diametro posteriore è di 299 mm in tutti i modelli. I dischi freno sono forati, per un comportamento di frenata ottimale sul bagnato.

Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB)

Testato nel Motorsport: il Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB) disponibile su richiesta. I dischi freno forati in carboceramica hanno un diametro anteriore e posteriore di 350 mm, per una potenza frenante ancora più elevata.

L’impiego di pinze fisse monoblocco in alluminio a 6 pistoncini all’asse anteriore e a 4 pistoncini a quello posteriore, verniciate in colore giallo, garantisce valori di attrito molto elevati e, soprattutto, costanti. Specialmente in caso di forti sollecitazioni, questi sono i migliori presupposti per garantire uno spazio di frenata ridotto.

Il vantaggio decisivo dell’impianto frenante in ceramica risiede nel peso estremamente contenuto del disco del freno che risulta il 50% circa più leggero dei dischi simili in fusione di ghisa grigia. Questo fattore incide positivamente non solo su prestazioni e consumi ma anche sulla riduzione delle masse rotanti non sospese. Risultato: migliore aderenza al terreno e maggiore comfort in termini di guida e di valori di rotolamento, soprattutto su carreggiate sconnesse.

Oltre alla manutenzione ordinaria da eseguire durante gli intervalli stabiliti, in caso di utilizzo in pista è necessario far eseguire ulteriori controlli sui componenti.

Freno di stazionamento elettrico

Il freno di stazionamento elettrico, attivabile e disattivabile manualmente, si sblocca automaticamente alla partenza con cintura di sicurezza allacciata. La funzione Hold è presente di serie. Agevola la partenza della vettura in salita, evitando che indietreggi.