HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Archivio 2012

Carrera Cup Italia: Piscopo al Red Bull Ring replica il MugelloSeconda vittoria stagionale in Gara 2 per il pilota del team Petri Corse Motorsport: partito dalla pole, per l’inversione della griglia dei primi sei, il romano è stato imprendibile. Al posto d’onore Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) per la prima volta sul podio del monomarca riservato alle 911 GT3 Cup. Daniel Mancinelli (MIK Corse by Centro Porsche Padova), terzo, beneficia della penalizzazione inflitta a Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) e Vito Postiglione (Ebimotors –Centri Porsche Milano). Il potentino con il quinto posto e il giro più veloce passa a condurre la classifica assoluta con due punti di Matteo Malucelli (Antonelli Motorsport), ritirato. Nella Michelin Cup successo di Alberto De Amicis (Antonelli Motorsport). Nell’Italiano Gran Turismo terzo posto della 911 GT3-R Ebimotors condotta da Alessandro Balzan e Giacomo Barri.

Spielberg (A). Edoardo Piscopo coglie al Red Bull Ring la seconda vittoria stagionale nella Carrera Cup Italia. Il pilota romano, portacolori della Petri Corse Motorsport, si è aggiudicato Gara 2 con una condotta di gara solitaria iniziata dalla pole position e conclusa con un distacco di oltre diciassette secondi sul piazzato, Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport). Piscopo, che replica nell’appuntamento estero il successo del Mugello, si porta al terzo posto della classifica assoluta del Campionato, alle spalle di Vito Postiglione e Matteo Malucelli.

Non c’è gara del monomarca riservato alla 911 GT3 Cup che non offra dei clamorosi colpi di scena: Vito Postiglione (Ebimotors – Centri Porsche Milano) è arrivato in Austria con un ritardo di tredici punti nella graduatoria generale alle spalle di Matteo Malucelli (Antonelli Motorsport). Grazie al ritiro del forlivese in Round 8, per la rottura del radiatore dell’acqua per un contatto con Enrico Fulgenzi in frenata, è il potentino che passa al comando della serie con 102 punti, due in più del romagnolo. Il bottino del pilota di Enrico Borghi poteva essere più ricco, se non fosse incappato in una penalizzazione di cinque secondi, per il sorpasso all’esterno ai danni di Daniel Mancinelli all’ultimo giro: Vito ha tratto vantaggio dalla manovra effettuata oltre il limite della pista, ed è stato retrocesso dal quarto al quinto posto.

Una sorte analoga è toccata a Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport): lo jesino, terzo al traguardo, è stato punito per aver spinto nell’erba il giovane marchigiano. E così sul podio, insieme al raggiante Edoardo Piscopo, sono saliti Gianluca Giraudi e Daniel Mancinelli. Il torinese è stato abile ad evitare le schermaglie di un trio scatenato formato da Fulgenzi, Postiglione e Mancinelli che non si sono risparmiati sorpassi molto spettacolari e nel finale ha piazzato l’azione che lo ha portato al posto d’onore evitando qualsiasi contatto.

Il terzo gradino del podio è stato ereditato da Daniel Mancinelli che ha guadagnato due posizioni a tavolino: il marchigiano chiude la trasferta con due terzi posti che gli valgono il quarto posto nella classifica assoluta. Da segnalare anche le rimonte di Stefano Costantini (Heaven Motorsport) e Oleksandr Gaidai (Tsunami RT). Il romano è risalito al sesto posto dalla sedicesima posizione in griglia, mentre l’ucraino si è arrampicato alla settima piazza dalla settima fila dello schieramento.

Nella Michelin Cup c’è stato il ritorno sul gradino più alto del podio di Alberto De Amicis (Antonelli Motorsport): l’ortonese ha replicato il successo in Gara 2 del Mugello e con questo risultato si è riportato al posto d’onore nella classifica riservata ai gentleman driver. De Amicis è tornato alle spalle di Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport), ma il romano resta saldamente al comando con 26 punti di vantaggio grazie al secondo terzo posto del week end. Giacomo Scanzi colleziona un altro secondo posto di classe: il bresciano ha pagato un traversone che lo ha fatto scivolare alle spalle dell’abruzzese, ma l’ex endurista è ormai una costante nelle posizioni che contano.

Dopo la pausa estiva il Campionato tornerà in pista a Imola: l’appuntamento prevederà Round 9 e 10 all’Enzo e Dino Ferrari in programma per il 1 e 2 settembre. Gli appassionati che vorranno rivivere gli emozionanti Round 7 e 8 potranno vedere il video on demand sul sito www.carreracupitalia.com (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv. Gli highlights della gara si potranno vedere con l'applicazione i-Pad di Autosprint, mentre per analisi, commenti e retroscena collegatevi al Pit Live su www.omnicorse.it.

La classifica di Round 8: 1. Edoardo Piscopo (Petri Corse Motorsport) 19 giri in 30’09”122 alle media di 163,55 km/h; 2. Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) a 17”886; 3. Daniel Mancinelli (MIK Corse by Centro Porsche Padova) a 21”136; 4. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) a 24”001; 5. Vito Postiglione (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 24”984; 6. Stefano Costantini (Heaven Motorsport) a 29”721; 7. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) a 32”917; 8. Alberto De Amicis (Antonelli Motorsport) a 33”670; 9. Giacomo Scanzi (Ebimotors) a 34”439; 10. Angelo Proietti (Erre Esse - Antonelli Motorsport) a 35”314; 11. Alex Degiacomi (MIK Corse by Centro Porsche Padova) a 39”343; 12. Guenther Blieninger (Pole Team) a 51”287; 13. Omar Galbiati (Erre Esse - Antonelli Motorsport) a 1’10”179; 14. Luigi Lucchini (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 1’23”797; 15. Fabrizio Bignotti (Ebimotors) a 1’28”611; 16. Walter Ben (Heaven Motorsport) a 1’34”652; 17. Marco Cassarà (Petri Corse Motorsport) a 4 giri.

Giro più veloce il 6. di Vito Postiglione in 1'34”455.

Le Classifiche Assoluta: 1. Postiglione punti 102; 2. Malucelli 100; 3. Piscopo 70; 4. Mancinelli 67; 5. Fulgenzi 56; 6. Giraudi 39; 7. Ferrara 36; 8. Costantini 28; 9. Proietti 11; 10. Zurcher, Lucchini e Gaidai 10; 13. Scanzi 3; 14. De Amicis 2; 15. Degiacomi 1.

Michelin Cup: 1. Proietti punti 60; 2. De Amicis 34; 3. Lucchini 26; 4. Scanzi 24; 5. Degiacomi 23; 6. Bignotti e Blieninger 9; 8. Piccioni e Petrini 8; 10. Galbiati 5; 11. Cassarà 2.

Team: 1. Ebimotors punti 102; 2. Antonelli Motorsport 94; 3. Heaven Motorsport 75; 4. MIK Corse by Centro Porsche Padova 74; 5. Petri Corse Motorsport 65; 6. Erre Esse – Antonelli Motorsport 38; 7. Tsunami RT 34; 8. Pole Team 21.

Le statistiche 2012: Vittorie: 3 Postiglione; 2 Piscopo; 1 Mancinelli, Malucelli. Pole position: 3 Malucelli, 1 Postiglione. Giri veloci: 4 Postiglione; 1. Mancinelli, Malucelli, Ferrara.

CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO. La trasferta austriaca dell’Ebimotors si è chiusa con il terzo posto conquistato in Gara 2. Dopo la bella vittoria ottenuta ieri nella prima manche, Alessandro Balzan e Giacomo Barri sono riusciti a salire nuovamente sul podio, nonostante i 25’’ di handicap conseguenza del successo in Gara 1. Scattato dalla pole position, Alessandro Balzan è stato bravo a contenere in partenza la Lamborghini Gallardo di Peter Kox, che lo ha però sopravanzato alla curva Remus nel corso della prima tornata. Fra i due è stata battaglia con Balzan che è riuscito a scavalcare l’olandese al 16. giro, prima di rientrare ai box per cedere la 911 GT3-R a Giacomo Barri e scontare l’handicap di 25’’. Il 21enne di Cantù ha ripreso la pista in sesta posizione, dando vita ad una furiosa rimonta che lo ha portato a tagliare il traguardo al terzo posto. Sfortunato l’equipaggio dell’Antonelli Motorsport: Massimo Monti al quarto passaggio è stato costretto al ritiro per un contatto. In classifica generale Balzan e Barri sono appaiati in sesta posizione con 84 punti, staccati di sole 16 lunghezze dalla vetta. Il prossimo round è in programma l’1 e 2 settembre a Imola.

8/27/2012