HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Archivio 2006

Vernissage della mostra "Moments of Movements" al Centro Porsche di StoccardaPorsche presenta le sculture del Prof. Jürgen Goertz


Stoccarda. L'impegno a favore della cultura riveste, da sempre, un ruolo di rilievo alla Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG, Stuttgart. Ora, la casa automobilistica si è avventurata in un terreno ancora inesplorato, ma pur sempre affine al design: la scultura. Il Professor Jürgen Goertz, uno dei più importanti scultori della sua generazione, ha creato un impianto multimediale legato al tema dell’evoluzione, intitolato "Moments of Movements" e basato sul telaio della 911, che si inaugura oggi presso lo stabilimento Porsche di Stoccarda.

Quest’opera impressionante, che ha richiesto all'artista ben 13 anni di lavoro, combina vari materiali come alluminio, acciaio legato, foglia d'oro e plastica. La scultura, alta tre metri e larga circa cinque, stimola tutti i sensi: singoli pezzi ruotano, azionati da un motore, un monitor mostra immagini in movimento, altoparlanti integrati forniscono la sonorizzazione appropriata. Di tanto in tanto una macchina produce del fumo che avvolge l'opera in una nuvola carica di mistero. In quei momenti, la scultura può attirare l'attenzione solo con la luminosità dei suoi fari a fibre ottiche stabilendo, in tal modo, un contatto con il visitatore.

"Moments of Movements non è un'opera su commissione," tiene a sottolineare Harro Harmel, direttore delle risorse umane in Porsche. "Il Professor Goertz ci contattò nel 1993 chiedendoci se potevamo fornirgli un telaio 911. Poiché conoscevamo le sue opere precedenti ed eravamo convinti della qualità del suo lavoro, gli abbiamo fornito volentieri ciò che ci aveva chiesto. Tuttavia, nessuno di noi aveva la minima idea di quello che avrebbe realizzato con quel telaio," continua il direttore.

Jürgen Goertz è riuscito a liberare la sua creatività in linea con il credo che l'Arte può ispirare riflessione, può essere provocatoria o semplicemente meravigliosa. "Generalmente, è il visitatore che decide per se stesso se un'opera d'arte gli parla o no. Noi, comunque, siamo molto soddisfatti di "Moments of Movements," conclude Harmel.

La mostra presenta anche altre dieci opere di Goertz, create negli ultimi mesi. L'artista, che vive ad Angelbachtal, a sud di Heidelberg, preferisce lavorare con alluminio, bronzo, acciaio legato, foglia d'oro o argento nichelato, talvolta lucidi e talvolta opachi.

Per la sua ultima opera, terminata pochi giorni prima della mostra, Goertz si è ispirato alla Coppa del Mondo che verrà disputata in Germania. Il risultato è la scultura "Footballad", che simboleggia la nascita di un calciatore.

"I nostri Centri Porsche hanno sempre ospitato eventi culturali. Ma questa mostra rappresenta qualcosa di assolutamente speciale, proprio perché vi si può riconoscere, sotto diversi aspetti, il legame tra Porsche e le sue vetture sportive. Moments of Movements è semplicemente emozionante, nel vero senso della parola. Ed è anche un titolo perfetto per una mostra itinerante," afferma Bernhard Maier, il Direttore Generale di Porsche Deutschland GmbH che ospita quest’impegnativa mostra d'arte.

La mostra rimarrà aperta fino alla fine di settembre presso lo stabilimento Porsche di Zuffenhausen. Successivamente, l'installazione verrà esposta nei seguenti Centri Porsche: Monaco Sud, Amburgo Nordest, Berlino, Francoforte ed Essen. Le opere verranno esposte anche a Lipsia.

Nota: Il materiale fotografico è a disposizione dei giornalisti accreditati presso la banca dati Porsche all’indirizzo internet http://presse.porsche.de/.

6/13/2006