HOME

Navigazione principale
Modelli Porsche
911
Panamera

Porsche Italia

Comunicati stampa attuali

Carrera Cup Italia: dominio tricolore nel “911 50th Anniversary” Le gare vanno a Giraudi e Cerqui, ma la classifica premia Monti

Al Mugello, nel terzo appuntamento del monomarca riservato alle 911 GT3 Cup, c’erano anche i piloti della Carrera Cup France per partecipare al primo dei due eventi internazionali che animano il Trofeo per festeggiare i 50 anni della 911: i nostri portacolori hanno monopolizzato tutte le posizioni da podio, tanto nella classifica assoluta che in quella riservata ai Gentleman driver. Trentanove vetture in griglia di partenza non si vedevano da tempo: l’evento, inserito nell’Italian Tour di Porsche Italia, è vissuto in un clima di grande rispetto sportivo e fairplay.

Scarperia (FI). C’è stato un dominio dei piloti italianinel terzo appuntamento della Carrera Cup Italia in programma al Mugello, prova di andata valida anche per il “Trofeo 911 50th Anniversary” che avrà il girone di ritorno a Magny-Cours il 7 e 8 settembre. All’evento internazionale ideato da Porsche Italia hanno partecipato anche i conduttori della Carrera Cup France, proponendo un imponente schieramento di partenza formato da 39 vetture (19 italiane e 20 francesi). Può essere che il fattore campo abbia avuto il suo peso, ma sul podio sono saliti soltanto i nostri conduttori, che hanno monopolizzato sia la classifica assoluta, sia quella riservata ai gentleman.

Il successo in Round 5 è andato a Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport), mentre l’affermazione in Round 6 non è sfuggita a Alberto Cerqui (Ebimotors – Centri Porsche Milano). Il torinese, che aveva impreziosito il suo bottino con la pole position di sabato, in virtù del quarto posto nella graduatoria tricolore di Gara 2 (in realtà ha concluso sesto assoluto) può tornare a casa con 10 punti di vantaggio sul bresciano, scavalcando di una lunghezza Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport). Lo jesino ha avuto di che recriminare per la penalizzazione di un secondo che gli è stata inflitta nella corsa del mattino: il marchigiano ha tagliato la bandiera a scacchi al comando, ma il sorpasso che gli ha permesso di guadagnare la testa è stato fatto con tutte e quattro le ruote oltre la linea che delimita la pista alle Curve Biondetti, per cui il provvedimento è scattato anche perché Enrico era già recidivo. Grazie al posto d’onore e all’eccellente terza piazza conquistata nel pomeriggio con una rimonta dalla quinta piazza per effetto del rovesciamento della griglia di partenza dei primi sei, Fulgenzi è secondo assoluto nella speciale classifica del Trofeo 911 50th Anniversary. La classifica della serie internazionale, infatti, è capitana da Massimo Monti (Antonelli Motorsport). Il bolognese ha fatto il suo ritorno nel monomarca riservato alla 911 GT3 Cup proprio al Mugello, mostrando di non essere affatto arrugginito. Monti al terzo posto in volata sul brillante francesino Matthieu Vaxiviere, ha aggiunto la piazza d’onore di domenica pomeriggio. Ci ha provato a riprendere il fuggitivo Enrico Cerqui, ma si è dovuto arrendere al passo arrembante del lombardo che ha così collezionato il suo secondo successo stagionale.

La graduatoria del Trofeo è capitanata da quattro italiani: Massimo Monti con 35 punti, precede Fulgenzi di una lunghezza, Cerqui di tre, mentre il leader della Carrera Cup Italia, Giraudi è a quattro punti. L’onore dei transalpini è stato salvato dall’ottimo Matthieu Vaxiviere, al debutto nella Carrera Cup France, che è quinto davanti a Lonni Martins e Jim Pla. Poche soddisfazioni per Edoardo Liberati (Erre Esse – Antonelli Motorsport): il romano ha perso il contatto con i primi della Carrera Cup Italia perché è stato vittima di un contatto di gara con Cerqui a metà di Round 5 che lo ha mandato in sabbia con un cerchio rotto, mentre domenica pomeriggio è rimasto avviluppato nel traffico del gruppone, dovendo partire nelle retrovie.

Anche nella classifica dei Gentleman driver c’è stato un cappotto dei nostri portacolori: l’eroe della giornata è stato Alberto De Amicis (Ebimotors – Centri Porsche Milano). L’ortonese agli avversari non ha lasciato nemmeno le briciole perché sabato ha firmato la pole di classe e domenica ha infilato due successi perentori, restando agganciato al gruppo dei primi. De Amicis consolida il primato nella classifica della Coppa Michelin della Carrera Cup Italia con 15 punti su Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) e 19 su Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport). Alberto ha preso il largo anche nella graduatoria Internazionale, dove se la deve vedere con Niccolò Granzotto (Antonelli Motorsport) che è a 11 punti. Il giovane veneto con un secondo posto di classe in Round 5 e un quarto in Round 6 mostra il livello della sua crescita.

La scuola nazionale esce ringalluzzita dal confronto con i transalpini perché si è dimostrato come sia alto il valore medio della Carrera Cup Italia: hanno avuto il piacere di salire sul podio anche Davide Roda (Ebimotors) terzo in Gara 1 e il coriaceo Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) che ha acciuffato la piazza d’onore in Round 6, sfruttando un errore di Olexander Gaidai (Tsunami RT) che ha condizionato Alex De Giacomi (MIK Events). Il bresciano domenica pomeriggio ha trovato il giusto passo dopo aver risolto i guai elettronici che lo hanno afflitto nel week end.

Il prossimo appuntamento sarà in programma a Imola fra sole due settimane: il 20 e 21 luglio la Carrera Cup Italia sarà di scena all’Enzo e Dino Ferrari. Gli appassionati che vorranno rivivere gli emozionanti Round 5 e 6 potranno gustarsi il video on demand sul sito www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv. Gli highlights della gara si potranno vedere con l'applicazione i-Pad di Autosprint, mentre per analisi, commenti e retroscena collegatevi al Pit Live su www.omnicorse.it.

La classifica di Round 5:1. Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) 16 giri in 31’02”216 alla media di 162,232 km/h; 2. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) 0”490; 3. Massimo Monti (Antonelli Motorsport) a 0”625; 4. Matthieu Vaxiviere (Pro GT Porsche Almeras) a 0”626; 5. Alberto Cerqui (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 6”381; 6. Lonni Martins (Racing Technology) a 9”212; 7. Alberto De Amicis (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 18”122; 8. Jim Pla (Nourry Compétition) a 20”197; 9. Gael Castelli (CRT by A-Style) a 20”386; 10. Côme Ledogar (Sebastien Loeb Racing) a 23”448; 11. Christian Bottemanne (Sebastien Loeb Racing) a 33”542; 12. Paul Loup Chatin (Tsunami RT) a 33”667; 13. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) a 34”650; 14. Romain Monti (Pro GT by Porsche Almeras) a 36”064; 15. Alessandro Cicognani (GDL Racing by Centro Porsche Padova) a 38”492; 16. Nicolò Granzotto (Antonelli Motorsport) a 38”833; 17. Davide Roda (Ebimotors) a 39”498; 18. Alex De Giacomi (MIK Events) a 40”226; 19. Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) a 43”643; 20. Benjamin Lariche (Racing Technology) a 44”430; 21. Andrea Barlesi (Nourry Compétition) a 55”667; 22. Bruno Strazzer (Rms) a 1’00”317; 23. Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport) a 1’00”616; 24. Tony Samon (Racing Technology) a 1’04”008; 25. Jean Glorieux (Speed Lover) a 1’08”622; 26. Fabrizio Bignotti (Krypton Motorsport) a 1’14”070; 27. Philippe Colancon (Box) a 1’15”922; 28. Philippe Arrobio (Nourry Compétition) a 1’19”475; 29. Christian Bottemanne (Sebastien Loeb Racing) a 1’47”960; 30. Vittorio Bagnasco (GDL Racing by Centro Porsche Padova) a 1’56”077; 31. Olivier Lombard (Box) a 1 giro; 32. Vincent Beltoise (Racing Technology) a 3 giri; 33. Christophe Lapierre (Sebastien Loeb Racing) a 3 giri 34. Pietro Negra (Antonelli Motorsport) a 5 giri.

Giro più veloce: l’8. di Vaxiviere in 1’55”144 alla media di 163,985 km/h.

La classifica di Round 6:1. Alberto Cerqui (Ebimotors – Centri Porsche Milano) 16 giri in 30’57”134 alla media di 162,676 km/h; 2. Massimo Monti (Antonelli Motorsport) a 2”730; 3. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) a 3”888; 4. Lonni Martins (Racing Technology) a 6”440; 5. Matthieu Vaxiviere (Pro GT Porsche Almeras) a 6”774; 6. Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) 8”452; 7. Sacha Bottemanne (Sebastien Loeb Racing) a 13”924; 8. Paul Loup Chatin (Tsunami RT) a 14”428; 9. Jim Pla (Nourry Compétition) a 14”854; 10. Côme Ledogar (Sebastien Loeb Racing) a 15”853; 11. Gael Castelli (CRT by A-Style) a 16”797; 12. Alberto De Amicis (Ebimotors – Centri Porsche Milano) a 20”212; 13. Romain Monti (Pro GT by Porsche Almeras) a 23”000; 14. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) a 31”390; 15. Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) a 31”970; 16. Alex De Giacomi (MIK Events) a 32”482; 17. Nicolò Granzotto (Antonelli Motorsport) a 32”827; 18. Alessandro Cicognani (GDL Racing by Centro Porsche Padova) a 33”040; 19. Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport) ) a 36”913; 20. Vincent Beltoise (Racing Technology) a 37”104; 21. Andrea Barlesi (Nourry Compétition) a 38”367; 22. Davide Roda (Ebimotors) – a 39”065; 23. Olivier Lombard (Box) a 44”452; 24. Tony Samon (Racing Technology) a 47”642; 25. Christophe Lapierre (Sebastien Loeb Racing) a 48”524; 26. Fabrizio Bignotti (Krypton Motorsport) a 52”063; 27. Bruno Strazzer (Rms) a 52”306; 28. Jean Glorieux (Speed Lover) a 52”637; 29. Edoardo Liberati (Erre Esse – Antonelli Motorsport) a 53”172; 30. Stefano Sala (Heaven Motorsport) a 1’04”031; 31. Pietro Negra (Antonelli Motorsport) a 1’12”510; 32. Nicola Benucci (Ebimotors) a 1’18”723; 33. Michel Nourry (Nourry Compétition) a 1’33”023; 34. Mikhail Spiridonov (Kinetic Racing) a 1’49”551; 35. Vittorio Bagnasco (GDL Racing by Centro Porsche Padova) a 3 giri; 36. Philippe Colancon (Box) a 4 giri.

Giro più veloce: il 4. di Monti in 1’54”698 alla media di 164,623 km/h.

Le Classifiche della Carrera Cup Italia

Assoluta: 1. Giraudi punti 78; 2. Cerqui 68; 3. Fulgenzi 67; 4. Liberati e Chatin 32; 6. De Amicis 26; 7. Monti 23; 8. Gaidai 17; 9. Cicognani e Scanzi 11; 11. Proietti e De Giacomi 9; 13. Bignotti 8; 14. Granzotto 6; 14. Roda 4; 15. Benucci 1.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 41; 2. Scanzi 26; 3. Proietti 22; 4. De Giacomi 19; 5. Roda 15; 6. Bignotti 14; 7. Granzotto 12; 8. Benucci e Negra 3; 10. Bagnasco 1.

Team: 1. Antonelli Motorsport 72; 2. Ebimotors 70; 3. Heaven Motorsport 68; 4. Tsunami RT 56; 5. Erre Esse – Antonelli Motorsport 35; 6. MIK Events e Krypton Racing 24; 8. GDL Racing by Centro Porsche Padova 23; 9. Kinetic Racing 8.

Le statistiche

Vittorie: 2 Giraudi e Cerqui, 1 Loup Chatin e Fulgenzi

Pole position: 1 Fulgenzi, Loup Chatin e Giraudi

Giro più veloce: 3 Giraudi, 2 Fulgenzi, 1 Monti

Le Classifiche Trofeo 911 50th Anniversary

Assoluta: 1. Monti 35; 2. Fulgenzi 34; 3. Cerqui 32; 4. Giraudi 31; 5. Vaxivier 27; 6. Martins 24; 7. Pla 15; 8. S. Bottemanne 14; 9. De Amicis 13; 10. Castelli, Lodegar e Loup Chatin 12; 13. Gaidai e R. Monti 5; 15. Cicognani e Scanzi 1.

Classifica gentleman: 1. De Amicis punti 43; Granzotto 32; 3. De Giacomi e Scanzi 30; 5. Roda 26; 6. Proietti 21; 7. Samon 17; 8. Strazzer 16; 9. Bignotti 13; 10. Glorieux 12; 11. Lapierre 9; 12. Colancon 5; 13. Arrobbio, Sala 4; 15. C. Bottemanne e Negra 3; 17. Bagnasco e Benucci 2; 19: Nourry 1.

Il calendario con le prossime gare

20-21 luglio Imola

07-08 settembre Magny-Cours (Francia)

21-22 settembre Misano Adriatico

19-20 ottobre Monza

[+]

7/10/2013

Contatto

E-mail: mauro.gentile@porsche.it
Telefono: +390498292940

Previa registrazione, sono a disposizione dei giornalisti maggiori informazioni, fotografie e press kit anche in lingua italiana all'interno del Porsche Press database all'indirizzo: http://presse.porsche.de/.

Contatto diretto
Mauro Gentile Direttore PR Ufficio stampa Porsche Italia Spa